Il Decreto FER prevede 5,4 miliardi di euro a sostegno della produzione elettrica da fonti rinnovabili, quali eolico terrestre, fotovoltaico, idroelettrico e biogas, fino al 2021.

rinnovabili-renewable

Il Decreto FER , operativo da fine giugno, sarà destinato a sostenere la produzione di fonti quali eolico terrestre, solare fotovoltaico, idroelettrico e gas residuati dai processi di depurazione.

“Un maggior utilizzo di energie rinnovabili nella produzione di energia è essenziale per il futuro del nostro pianeta e dell’ambiente – afferma il Commissario europeo dell’antitrust, Margrethe Vestager – Il regime da 5,4 miliardi di euro aumenterà il livello della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili in Italia. Questo è in linea con gli obiettivi ambientali dell’UE e con le nostre norme comuni in materia di aiuti di Stato”.

Gli incentivi verranno erogati sotto forma di premio, in aggiunta al prezzo di mercato; quest’ultimo non potrà essere superiore alla differenza tra il costo medio di produzione per ogni tecnologia di rinnovabili e il prezzo di mercato.

Per i progetti di potenza superiore al MW, il premio sarà fissato mediante procedure di gara competitiva, le cosiddette aste al ribasso, aperte a tutte le installazioni, indipendentemente dalla tecnologia.

This post is also available in: Inglese